Ritardo nei pagamenti. “Perché i clienti non mi pagano a scadenza?”

Hai mai notato che quando si parla con un imprenditore, qualunque sia il settore dove lavora, subito dopo aver parlato di quante tasse si pagano in Italia, c’è il dispiacere del fatto che ormai non paga più nessuno e si deve correre dietro ai clienti?

Purtroppo, numerosi studi hanno confermato questa situazione di ritardo nei pagamenti, evidenziando addirittura che a Settembre 2018 la media di pagamenti puntuali era poco superiore il 35%, precisamente il 36,3%, addirittura inferiore rispetto lo stesso periodo del 2017 (38,2%). – Fonte Cribis.

Solitamente in Italia si incassa in media 82 giorni oltre la scadenza pattuita. La stessa statistica ci dice che l’Italia rispetto i partner Europei si colloca al 14° posto come puntualità dei pagamenti…. su 22!

Ma qualcuno di noi ha mai pensato di vedere il problema del ritardo di pagamento da un altro punto di vista? Ad esempio, analizzando:

  • “che colpa ho io?”
  • “perché il cliente non mi ha pagato a scadenza?”
  • “potrei aver messo io in condizione il cliente di non pagarmi subito?”

Per rispondere a queste provocazioni vorrei che analizzassimo la giornata dell’imprenditore tipo… vorrei quindi che analizzassimo la nostra giornata.

Mi alzo la mattina… inizio a correre per portare risultati all’azienda… è finita la giornata. Credo che questa descrizione rispecchi il 90% degli imprenditori Italiani…
E quindi la domanda è: se io corro tutto il giorno… se il mio ufficio corre tutto il giorno… sono sicuro di gestire al meglio i miei crediti? Sono sicuro che i miei crediti si stanno sollecitando a scadenza e non ci siano falle nel mio sistema di gestione amministrativa?

Vi capita mai di sentire quando si parla con l’amministrazione di un’azienda, che sia la nostra o di un cliente:

  • “questo cliente lo dovevo chiamare ieri, mi sono dimenticato…”
  • “ah no, questo cliente non voglio sentirlo ora perché tanto mi prende in giro…”
  • “caspita, ho dimenticato di chiamare il cliente, dovevo farlo 2 giorni fa…”
  • inizio settimana avrei dovuto ricevere il pagamento di Tizio ma ancora non è entrato….
  • e così via…

Sembrerà strano, ma tutte le Aziende hanno lo stesso problema e per risolvere il problema basterebbe un’organizzazione diversa, basterebbe che le chiamate di promemoria di pagamento venissero fatte con la giusta scadenza, con il giusto modo.

Perché chi fa amministrazione non riesce ad incassare subito i suoi crediti?

Ma allora perché chi fa amministrazione non riesce ad incassare “subito”? Molto semplicemente perché chi fa amministrazione ha troppe altre cose da fare, ha troppi altri impegni, ha troppe altre distrazioni….

Avete notato come le grandi aziende non fanno saltare un richiamo o una scadenza quando si tratta di incassare i propri crediti?

Fanno chiamate, mandano mail, mandano sms… quando si deve pagare hanno tutti i metodi possibili immaginabili per incassare il credito.

Ma se lo fanno loro… perché non possiamo farlo anche noi?

Se vuoi capire come riuscire ad incassare prima i tuoi crediti e muoverti come una grande multinazionale, contattaci per richiedere una prima consulenza gratuita.

Scopri il servizio di gestione crediti e contattaci

Leave a Reply